home Primo Piano, Startup Con StayDo la vacanza su misura: Pastorino racconta il progetto

Con StayDo la vacanza su misura: Pastorino racconta il progetto

Più che una vacanza, è un’esperienza. Un’esperienza che, con StayDo, può diventare indimenticabile. La mission della giovane startup torinese è questa: coniugare la bellezza della struttura in cui ospitare i turisti e gli interessi degli stessi, stimolati così a confezionare il viaggio ideale. Insomma, l’obiettivo è quello di permettere al cliente di costruire una vacanza su misura. Ecco perché «Dove vuoi andare?» e «Cosa vuoi fare?» sono le due semplici domande che pone StayDo ai suoi visitatori.

Come tutto è nato

Paolo Pastorino, ideatore di Stay Do, racconta a #ZipnewsInnovatori la nascita e i primi passi di un progetto destinato a crescere di anno in anno: «StayDo nasce nel 2016, con l’intenzione di risolvere un problema del turismo, concentrandoci sia sui turisti che sugli operatori. I turisti grazie alla nostra piattaforma non sono più legati a pacchetti pre-confezionati, ma possono scegliere dove andare e cosa fare esattamente nella struttura che hanno scelto. Basta scegliere la destinazione e si può decidere l’attività: i turisti potranno avere l’attività esattamente dove hanno deciso di soggiornare. E’ un modo per socializzare, anche perché può essere un’opportunità per gruppi e persone che non si conoscono di trovare degli interessi in comune». Più chiaro di così: esiste una maniera migliore per immaginare la propria vacanza?

Di che cosa si tratta

StayDo si basa su un meccanismo molto semplice. Pastorino spiega in che cosa la startup diventa fondamentale: «Il turista sceglie una destinazione e una categoria di attività da svolgere: il risultato della ricerca di concretizza con un elenco delle strutture dell’area prescelta e una lista delle attività. Il turista fa così il match su dove andare e cosa fare. Questo servizio non è dedicato solamente ai turisti, ma anche agli operatori: sono le strutture stesse che possono acquistare le attività e i servizi e proporle ai loro ospiti, senza aver l’onere di ricercare i fornitori, tenere un elenco di contatti, dover sapere se sono disponibili, ma semplicemente rivolgendosi a StayDo per le esigenze che possono avere in quel determinato momento».

L’obiettivo

StayDo ha messo le proprie radici in Piemonte, ma l’idea è quella di allargare gli orizzonti già nei prossimi mesi. L’obiettivo di Pastorino è quello di diffondere capillarmente un progetto che può rivelarsi vincente anche a livello nazionale: «Nella nostra attività siamo partiti dal Piemonte, in particolare dal Monferrato, che abbiamo individuato come zona di lancio nel progetto. L’idea di base è quella di aiutare le zone meno centrali, per fare in modo che crescano dal punto di vista turistico. Ora ci siamo spostati anche nel pinerolese, in provincia di Torino e nella zona del Canavese e abbiamo già oltre 60 strutture turistiche che hanno deciso di affidarsi a noi con oltre 200 attività molto interessanti proposte ai vari clienti. Il nostro scopo è quello di creare altri nuclei in giro per l’Italia, per poter dare valore ad alcuni territori, facendo un minimo di massa critica fra chi può ospitare le attività e chi ha l’interesse e la capacità e l’esperienza per poter mettere in piedi una determinata attività». La gestione delle vacanze non è mai stata così semplice ed intrigante: StayDo soddisfa le esigenze di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *