home Industria, News, Primo Piano L’iniziativa “Fabbriche Aperte” esalta le aziende piemontesi

L’iniziativa “Fabbriche Aperte” esalta le aziende piemontesi

Oltre 90 aziende aderenti per circa 100 stabilimenti visitabili. Questi i primi e provvisori numeri dell’iniziativa “Fabbriche Aperte”, la due giorni del 27 e 28 ottobre dedicata all’apertura delle fabbriche piemontesi. Collegandosi al sito piemontefabbricheaperte.it si potrà consultare l’elenco delle imprese disponibili, una breve descrizione delle attività manifatturiere, le informazioni di tipo logistico e le richieste particolari per poter effettuare la visita guidata. E’ anche possibile indicare gli estremi del documento di identità, in altri è necessaria anche un’età minima per i partecipanti.

I settori più rappresentati sono metalmeccanica, automotive e tessile. Ma non è finita qui: c’è infatti ancora qualche giorno di tempo per le imprese eventualmente interessate ad aderire in corsa all’iniziativa inedita “Fabbriche Aperte“, che ha già fatto registrare un buon riscontro dal sistema industriale piemontese. Tra le aziende che apriranno i loro stabilimenti al pubblico, circa l’80% ha partecipato a iniziative del Por Fesr relative alle ultime due programmazioni, motivo per cui la due giorni di fine ottobre sarà anche collegata all’evento annuale del Por Fesr 2014-2020.

Il 27 e il 28 ottobre prossimi sono tante le realtà industriali che hanno dato disponibilità ad aprire in via straordinaria i loro stabilimenti, un’opportunità per guardare dal vivo i processi di produzione, le catene di montaggio, le varie fasi della lavorazioni. Sorride per l’iniziativa “Fabbriche Aperte” anche il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino: «Nella regione che si prepara ad ospitare i ministri dei principali Paesi al mondo sui temi del lavoro, dell’industria, dell’ict e della scienza bisogna accrescere il senso di consapevolezza dei piemontesi sulle capacità manifatturiere di cui disponiamo. Le nostre “mani intelligenti” sono già pronte alle sfide del futuro, non a caso il Piemonte ha il ruolo di referente e coordinatore sui temi della fabbrica 4.0 a livello di Conferenza delle Regioni e proprio qui è stata avviata la prima piattaforma tecnologica sul tema».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *