home Primo Piano, Startup, Tecnologia Q-Bottles: trasformare plastica in abbigliamento

Q-Bottles: trasformare plastica in abbigliamento

Il tema del riciclo dei rifiuti rimane ancora oggi un argomento in piena discussione, specialmente pensando a quanti di questi si accumulano in natura. Solo per citare un esempio, sarebbero almeno 8 milioni le tonnellate di rifiuti plastici che ogni anno finiscono negli oceani. Sono ancora tante le idee da sviluppare per recuperare materiali che altrimenti verrebbero accantonati in discarica o, ancora peggio, dispersi nell’ambiente. In questa prospettiva si inserisce il progetto tutto piemontese di Q-Bottles. L’idea è quella di trasformare bottiglie di plastica in capi di abbigliamento, alleggerendo così il carico di questo tipo di rifiuti.

Otto mesi di ricerche hanno permesso di elaborare tecniche e strategie necessarie a mettere a punto questa innovazione. La fibra riciclata Newlife viene prodotta a Biella da Sinterama Spa, mentre la Alpimaglia Srl, in provincia di Torino, si occupa di trasformare le fibre in tessuto. Successivamente avvengono ancora due fasi: la colorazione dei tessuti con tinture eco-compatibili e il trattamento igienizzante per evitare lo sviluppo di cattivi odori. Il jersey di poliestere così ottenuto è confortevole, resistente a deformazioni, luce, sudore e non causa allergie. Tra le varie tipologie di capi, si spazia da felpe, a polo, a giacconi, disponibili sia per uomo che per donna.

Ma anche un buon progetto, in un periodo come questo, può fare fatica a prendere il volo. È fondamentale quindi pianificare correttamente la partenza, che nel caso di Q-Bottles è avvenuta sulla piattaforma di crowdfunding “Ulule”. Una mossa vincente, che ha permesso di registrare 146 prevendite di questi capi di abbigliamento, a fronte dei 50 preventivati. Si spera naturalmente in ampi sviluppi, che permetterebbero il riciclo di materie plastiche presenti sul territorio, con assoluti vantaggi in termini di ecocompatibilità. E con la possibilità inoltre, di recuperare nuovamente il materiale: a fine vita infatti, questi capi possono essere conferiti nei cassonetti dedicati alle bottiglie di plastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *