home Industria, Primo Piano, Tecnologia HeadApp, gli smart glass per migliorare le capacità umane

HeadApp, gli smart glass per migliorare le capacità umane

In questo caso si può dire, effettivamente, che l’idea è nata tra le nuvole. “Pilotando un aereo da turismo – racconta il fondatore e CEO di HeadApp, Paolo Pari –  e immaginando di poter rendere disponibili anche per altri settori le funzionalità innovative fornite dalla tecnologia Smart Glass”.

Da quel momento ha preso forma il progetto che ha via via coinvolto e appassionato diversi compagni di viaggio, a partire da Maurizio Cheli, astronauta che ricoprì, primo italiano, il ruolo di Mission Specialist a bordo dello Space Shuttle Columbia.

“La missione di HeadApp – sottolinea Paolo Pari – è quella di aiutare le persone nel lavoro di tutti i giorni utilizzando dispositivi indossabili intelligenti. L’obiettivo è migliorare le capacità umane di svolgere attività quotidiane migliorando l’interazione uomo-macchina e mantenendo il massimo livello di precisione”.

Le intuizioni si sono trasformate, ben presto, in progetti concreti e a pochi anni dalla fondazione HeadApp può vantare applicazioni in vari settori, dalla logistica al mercato della sanità, fino all’energy. E per ognuno di questi settori sono stati avviati progetti importanti, con aziende come Iren e Enel Green Power. Con quest’ultima, in particolare, è in corso la sperimentazione con occhiali intelligenti: tecnologia indossabile che consente, ad esempio, di ispezionare una turbina eolica nel cuore della Grecia stando seduti in un ufficio in Spagna o in Italia.

“Gli occhi di una persona che indossa occhiali intelligenti diventano quindi gli occhi di chiunque sia connesso alla rete con un dispositivo ad alta tecnologia – prosegue Paolo Pari – e funzionano come una macchina fotografica che filma dal vivo, da un punto di vista soggettivo, e trasmette le immagini al monitor di chiunque sia connesso, in qualsiasi parte del mondo. In una frazione di secondo, vengono eliminate migliaia di chilometri di distanza”.

Una evoluzione estremamente interessante e che si presta a formidabili applicazioni in vari campi. E’ importante, per questo, muoversi oltre l’orizzonte quotidiano. Ed è forse proprio per tale motivo che i fondatori di HeadApp non trascurano mai la loro passione per il volo e la possibilità, quindi, di vedere il mondo da una diversa angolatura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *