home Mondo, News, Primo Piano Attacchi informatici sempre più temibili, quanto costa difenderci?

Attacchi informatici sempre più temibili, quanto costa difenderci?

Non ci sono più gli attacchi informatici di una volta. Già, perché se fino a qualche hanno fa i diretti interessati erano soltanto pc e smartphone, ora si estendono quantità e tipologie di apparecchi che rischiano di rimanere bloccati a causa di un malware. Con l’aumento della connettività e soprattutto con la diffusione dell’IoT, anche il frigorifero di casa può rimanere vittima di un attacco. Neanche le macchine potrebbe avere una sorte migliore: è per questo che ci sono già molte aziende, da Harman a Qualcomm, da IBM a Kaspersky Lab, tutte al lavoro per trovare soluzioni alle intrusioni.

Se gli attacchi informatici sono in aumento, lo è anche il costo per la difesa. Secondo l’ultimo Osservatorio Information Security & Privacy della School of Management del Politecnico di Milano nel 2017 difendersi contro il cyber crime è costato mediamente 11,7 milioni di dollari per azienda, pari al 23% in più rispetto ai 9,5 milioni del 2016 e al 62% in più rispetto alla media dell’ultimo quinquennio. Si parla di un aumento delle spese, ma ovviamente vanno contati anche i danni. Secondo l’Annual Cybersecurity Report 2017 della CISCO, “per le imprese che hanno subito un attacco, l’effetto è stato notevole: il 22% ha perso clienti – il 40% ha perso oltre il 20% della propria base di clienti –; il 29% ha perso fatturato – il 38% ha subito perdite per oltre il 20% delle entrate –; il 23% ha perso delle opportunità di business”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *