home Primo Piano, Tecnologia I monopattini elettrici sbarcano a Torino: la città farà da apripista in Italia

I monopattini elettrici sbarcano a Torino: la città farà da apripista in Italia

La Giunta Comunale di Torino ha dato il via libera ai monopattici elettrici fissando le linee guida per il loro utilizzo.

Torino fa da apripista in Italia e avvia la sperimentazione voluta dal Ministero dei Trasporti. Entro fine mese verranno piazzati i cartelli stradali che informano i cittadini del collaudo e e a metà novembre già una dozzina di operatori potrebbero far partire il servizio.

Nel dettaglio, le linee guida stabilite per l’uso dei monopattini elettrici ne regolano la sosta e sono tese a creare un tavolo di lavoro con gli operatori interessati alla gestione dei servizi di mobilità in sharing. Si potrà dunque monitorare la sperimentazione, valutare e concordare azioni volte al suo miglioramento e far fronte a eventuali criticità.

I monopattini potranno viaggiare sulle piste ciclabili e nelle zone 30 e raggiungere al massimo i 20 all’ora e per guidarli bisogna essere maggiorenni o avere il patentino per il motorino, portare con sé un giubbotto catarifrangente e indossarlo un’ora prima del tramonto e fino a un’ora dopo l’alba. Nelle piazze San Carlo, Castello, Vittorio Veneto, Carlo Alberto, Carignano e Palazzo di Città la sosta, che nel resto della città dovrà comunque sempre rispettare le norme del codice della strada, sarà consentita solo nelle aree destinate a parcheggio di cicli e motocicli delimitate da apposita segnaletica, laddove esistenti.

I servizi in condivisione saranno integrati all’interno della piattaforma MaaS (Mobility as a Service), attualmente in fase di sperimentazione.

Tra le realtà pronte a sbarcare a Torino c’è Dott, una start-up europea attiva nel settore della micro-mobilità urbana, già operativa in Belgio ed in Francia. Questo servizio consente di parcheggiare con cura il monopattino direttamente alla fine del tragitto, attraverso un semplice click da smartphone.

Attraverso questa nuova tecnologia, Dott non ha solo l’obiettivo di offrire una soluzione per i piccoli spostamenti che riduca il tasso di inquinamento atmosferico, la congestione e il rumore tramite l’utilizzo di veicoli elettrici condivisi bensì di costruire un ecosistema sostenibile e virtuoso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *