home News Torino: Eurovision porta l’attenzione al settore musicale della regione

Torino: Eurovision porta l’attenzione al settore musicale della regione

In occasione di Eurovision Song Contest nasce un dialogo aperto con le istituzioni con l’obiettivo di far diventare Torino motore di rigenerazione culturale e sociale, innovazione e riqualificazione territoriale. L’evento, infatti, mette in luce il settore della musica dal vivo legato all’attrattività turistica e all’internazionalità al fine di intraprendere un nuovo percorso di rinnovamento e riflessione sulla città di Torino post-pandemica.

Fra i soggetti abilitati che realizzano studi in ambito culturale per consegnarli alle istituzioni, la Camera di commercio di Torino ha presentato un’analisi del settore musicale a Torino e in Piemonte sulla base delle realtà registrate al Registro Imprese camerale: a fine 2021 in Piemonte risultano registrate 1.298 imprese afferenti al settore musicale. Il settore imprenditoriale, dunque, si presenta eterogeneo grazie ad attività di ogni genere come il commercio o fabbricazione di strumento, gestione degli eventi o gestione dei teatri e sale da concerto.

L’obiettivo è di costituire una piattaforma di confronto e di co-progettazione condivisa per confrontare esperienze, criticità, ma anche opportunità fra gli operatori del settore, che può nascere solamente da una visione condivisa, per ripartire proprio dai luoghi della cultura e dalla progettazione culturale.

Oltre due anni di pandemia hanno contribuito a far emergere una forte distanza presente tra una cultura ‘’istituzionale’’ e una cultura ‘’diffusa’’: la crisi ha generato danni al settore ma anche solidarietà tra operatori culturali, impegnati nella realizzazione di reti sociali culturali e innovative. Queste nuove reti saranno punto di partenza per sviluppare un elemento prospettico di supporto alle competenze e di advocacy pubblico/privata per le nuove esperienze che esplorano l’innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.