home News Torino sostenibile: tra le 100 città a impatto zero nel 2030

Torino sostenibile: tra le 100 città a impatto zero nel 2030

Torino si inserisce nella lista della Commissione europea come una delle 100 realtà che parteciperanno alla missione dell’UE per creare città innovative e intelligenti e a impatto zero entro il 2030.

Il capoluogo piemontese si indirizza a divenire ‘’città verde d’Europa’’ e un esempio di modello di sostenibilità per le altre città italiane. Le città con cui Torino dovrà competere sono Bergamo, Bologna, Firenze, Milano, Padova, Parma, Prato e Roma: sono queste le amministrazioni che devono contendersi la quota italiana dei 360 milioni stanziati dall’Unione Europea tramite i fondi di Orizzonte Europa.

Lo scopo del progetto è quello unire sapere e buone pratiche, rilanciare la dimensione europea dell’innovazione e fare della ‘’transizione verde’’ un fenomeno sia europeo ma anche locale. Torino rappresenta già un modello da seguire, ma il programma rappresenta un’ulteriore possibilità di incrementare la mobilità sostenibile, ridurre la dispersione di calore zero e migliorare la qualità della vita in generale: l’obiettivo è fare delle città degli ecosistemi di innovazione che aiutino tutte le altre città a diventare climaticamente neutre entro il 2050.

La Commissione non si occuperà solo di stanziare denaro alle città prescelte, ma metterà a disposizione anche esperti e tecnici del Centro di ricerca congiunto e degli uffici nazionali dell’Istituto europeo per la tecnologia e l’innovazione: ciò che la Commissione chiede è di redigere contratti cittadini per il clima, fondamentali in quanto capaci di attrarre anche capitale provato da affiancare a quello europeo, valido unicamente per il biennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.